News Generale 8 novembre 2020

Milan-Hellas Verona 2-2: i gialloblù impongono il pari alla prima della classe

Milano - A ‘San Siro’, nella settima giornata della Serie A TIM 2020/21, il Verona ferma il Milan, imponendo il pari alla capolista rossonera, dopo essere stato sul doppio vantaggio per effetto delle reti nei primi 20 minuti di gioco di Barak e Zaccagni (il secondo gol lo assegniamo a lui, migliore in campo, nonostante la deviazione decisiva di Calabria).

Per il Verona si tratta del sesto risultato utile (3 vittorie e altrettanti pareggi) in sette partite di questo fantastico inizio di campionato, nel quale l’unica sconfitta è maturata a Parma col minimo scarto.

Venendo alla cronaca, inizio di match di marca rossonera: al 2’ angolo di Saelemaekers e girata di prima intenzione di Ibrahimovic, alta sopra la traversa.
Due minuti più tardi la risposta del Verona, con incursione in area di Zaccagni e cross sul primo palo che l’avanzata Magnani non riesce a correggere in porta.
Un giro di lancetta più tardi ancora Zaccagni sguscia via in area rossonera per poi servire Kalinic, la cui deviazione sotto porta viene miracolosamente respinta sul fondo da Donnarumma.
Ma sul susseguente corner, i gialloblù passano, strameritatamente: spiovente di Dimarco, colpo di testa di Ceccherini che colpisce la parte interna della traversa, ma appena il pallone ricade a terra Barak è il più lesto di tutti e insacca l’1-0, siglando la sua terza rete nelle ultime due gare.
Il Milan prova a reagire, inizia a macinare gioco e a pressare in avanti, ma il Verona è ben organizzato in fase di non possesso palla.
La squadra di Juric torna ad alzare il baricentro, e al 19’ Ilic guadagna una punizione-cross, battuta da Dimarco e respinta dalla difesa rossonera per il destro al volo di Zaccagni che - deviato da Calabria - si incaca alle spalle di Donnarumma: 2-0 Hellas.
Al 23’ sussulto rossonero: Leao si accentra e calcia, ma Silvestri si distende e respinge la minaccia, nonostante la deviazione velenosa di Dawidowicz.
Al 27’ il Milan accorcia le distanze: cross a mezza altezza di Saelemaekers e deviazione volante - di sinistro - di Kessie che sbatte sulla coscia di Magnani e si infila nell’angolino più lontano, aggiornando il risultato sull’1-2.
Bella partita, giocata a viso aperto e a ritmi alti, con Silvestri che alla mezz’ora respinge di piede una conclusione ravvicinata di Theo Hernandez.

Squadre al riposo con un ottimo Verona avanti per 2-1.

Si riparte con Pioli che inserisce l’ex gialloblù Rebic, potenziando l’attacco, ma è del Verona la prima occasionissima della ripresa, col ‘solito’ Zaccagni che con una magia si libera in area sulla sinistra per poi servire il rimorchio di Dimarco, che tutto solo apre il compasso ma di destro - a porta spalancata - calcia a lato.
Juric inserisce Tameze e Colley per l’acciaccato Dawidowicz e per Kalinic.
Il Milan preme, con Silvestri decisivo su Theo Hernandez e con Lovato che per eccesso di irruenza stende Kessie in area. Il rigore c’è, ma Ibrahimovic lo sbaglia, calciando sopra la traversa.
Mister Juric inserisce forze fresche: dentro Udogie, al debutto in Serie A a soli 17 anni, per Ilic, dentro anche Tamèze per Dawidowicz e, poco dopo, ritorno in campo post infortunio per Çetin, che subentra ad un claudicante Magnani.
In partite come queste ci vuole anche un pizzico di fortuna, con Silvestri che benedice la traversa sul colpo di testa di Ibrahimovic, mentre a tempo quasi scaduto viene annullato un gol a Calabria per fuorigioco.
Ma nel recupero, Ibrahimovic si riscatta e di testa firma il definitivo 2-2.

Ora la sosta per le Nazionali. La Serie A TIM tornerà in campo fra due settimane, col Verona che, domenica 22 novembre alle ore 15, affronterà il Sassuolo allo stadio Bentegodi.

MILAN-HELLAS VERONA 2-2
Marcatori: 6' pt Baràk (0-1), 19' pt aut. Calabria (0-2), 27' pt aut. Magnani (1-2), 48' st Ibrahimovic (2-2)

MILAN (4-2-3-1): Donnarumma G.; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Hernandez; Kessie, Bennacer; Saelemaekers (dal 1' st Rebic), Calhanoglu (dal 42' st Hauge), Leao (dal 33' st Díaz); Ibrahimovic
A disposizione:
Tatarusanu, Donnarumma A., Dalot, Castillejo, Tonali, Conti, Krunic, Duarte, Gabbia
All.:
Stefano Pioli

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Magnani (dal 28' st Cetin), Ceccherini; Lazovic, Dawidowicz (dal 18' st Tameze), Ilić (dal 24' st Udogie), Dimarco; Baràk, Zaccagni; Kalinic (dal 18' st Colley)
A disposizione:
Borghetto, Pandur, Salcedo, Di Carmine, Terracciano, Cancellieri, Empereur, Amione
All.: Ivan Jurić

Arbitro: Marco Guida (Sez. AIA Torre Annunziata)
Assistenti: Valentino Fiorito (Sez. AIA Salerno), Gianluca Sechi (Sez. AIA Sassari)

NOTE. Ammoniti: Ceccherini, Lovato, Bennacer