News Generale 10 gennaio 2021

Juric: "Vittoria che chiude una settimana fantastica, contento per il gol di Kalinic, vietato adesso abbassare la guardia" / VIDEO

Verona - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Ivan Jurić rilasciate al termine di Hellas Verona-Crotone, 17a giornata della Serie A TIM 2020/21.

"Se questa è la vittoria più importante del nostro campionato sinora? È una vittoria sicuramente importante, che arriva al termine di una settimana fantastica. Oggi potevamo anche chiudere il primo tempo con un vantaggio più corposo, perché abbiamo fatto veramente bene. Poi nella ripresa abbiamo preso gol al primo tiro, ma non abbiamo subìto particolarmente, nonostante loro abbiano buonissimi giocatori e idee chiare a livello di gioco. Ad onor del vero, siamo anche andati vicino a 'chiuderla' noi con Barak. Penso sia stata una grande vittoria, i ragazzi hanno risposto bene come sempre, sono molto felice per la squadra. Quanto è stato importante che Kalinic abbia trovato il gol? Oggi ha segnato facendo un bel movimento, che avevamo preparato in allenamento. Ha grandi margini di miglioramento a livello fisico, ma a ogni partita mostra di avere qualità importanti e ora deve solo trovare continuità. E anche Di Carmine è entrato molto bene. Se sono soddisfatto del gioco espresso nel primo tempo? Penso che abbiamo fatto benissimo. Già da un mese riusciamo ad allenarci tutti insieme e così riusciamo a crescere e migliorare. Nel primo tempo, oltre i gol, abbiamo sviluppato anche altre azioni molto belle. Se è un dato rilevante avere un punto in più in classifica rispetto a quelli conquistati a fine andata nella scorsa stagione? Sento che stiamo migliorando sotto molti aspetti: in queste ultime partite abbiamo concesso poco o niente ai nostri avversari. In difesa stiamo recuperando quasi tutti gli effettivi e possiamo alternarli con maggiore serenità. Ma abbiamo visto anche a La Spezia e a Torino come in questo campionato basti far calare la concentrazione solo per un attimo per rischiare di fare un passo falso. Il ritorno alla vittoria al 'Bentegodi' dove non si vinceva dal 2 novembre scorso? Senza la spinta del nostro pubblico è tutto un po' diverso, ma sono sicuramente soddisfatto anche di questo dato. Se sentirsi già salvi sarebbe pericoloso? In fondo alla classifica ci sono squadre molto competitive. Il campionato italiano è difficilissimo e non possiamo certamente permetterci di abbassare la guardia. Dobbiamo restare concentrati, continuare a crescere e mantenere saldo il nostro spirito".