Silvestri: «Stiamo formando un grande gruppo, abbiamo carattere e attributi: ai nostri tifosi piacciamo così» / VIDEO

01/Settembre/2019 - 23:25



 

Lecce - Le principali dichiarazioni del portiere gialloblù Marco Silvestri, rilasciate al termine di Lecce-Hellas Verona, 2a giornata della Serie A Tim 2019/20.

«Punti importanti? Oggi mi è piaciuta la voglia di portarla a casa, era tanto importante per noi e abbiamo spinto tutti verso il gol. Il carattere delle prime partite? Abbiamo iniziato fin da subito a creare gruppo con tutti i ragazzi nuovi che sono arrivati, penso che questo faccia la differenza perché in partite come oggi e quella con il Bologna, in cui siamo rimasti in dieci per quasi 80', riesci a strappare punti e risultati positivi solo se c'è qualcosa di importante dietro. La parata su Mancosu? Un bell'intervento anche per il momento in cui l'ho fatta, non è mai facile rimanere sempre concentrati quando non sei impegnato per tanti minuti. Voglio rivederla perché secondo me lui avrebbe voluto calciare alla mia destra, è stato Faraoni a smorzarla. In un attimo mi sono disteso e ci sono arrivato, meno male altrimenti sarebbe stata una beffa. Tre punti che valgono di più? Abbiamo fatto indubbiamente una buona partita, se fossimo stati avanti dopo il primo tempo nessuno avrebbe potuto dire nulla, mentre nelle ripresa abbiamo un po' sofferto ma penso sia giusto perché loro sono una squadra tosta e giocavano in casa. Anche se è solo la seconda era già una gara importante, ora c'è la sosta e possiamo pensare che abbiamo fatto 4 punti importanti, lavorando per fare ancora meglio e crescere a livello di gruppo. Subiamo meno? In difesa abbiamo lavorato molto bene, abbiamo carattere e si è visto anche contro il Bologna in inferiorità numerica. Zaccagni? Lui ha qualità impressionanti, deve continuare così e dimostrare a tutti di cosa è capace. Lo avrebbe già fatto se solo non si fosse fatto male due anni fa, ma è importantissimo per noi e deve continuare in questo modo. I tifosi qui? Loro sono così e li conosciamo bene e penso che oggi come nella scorsa partita possano dirsi orgogliosi: c'era in campo una squadra con gli attributi. Juric? Il Mister è una persona carismatica e ci trasmette tanto ogni giorno, vuole che lavoriamo sempre al massimo perché ogni allenamento è fondamentale per crescere tutti assime e ha ragione. Dopo la sosta? Abbiamo Milan e Juve e sarà dura, ma vogliamo vendere cara la pelle».

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it