Juric: «Test positivo. Mercato? Lavoriamo in sintonia con la società, faremo il massimo» / VIDEO

14/Luglio/2019 - 19:50



 

Mezzano (Trento) - Le principali dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Ivan Juric, rilasciate al termine di Hellas Verona-Primiero, prima amichevole del ritiro estivo di #Primiero2019.

«La prima amichevole? È andata bene ed è arrivata dopo tre giorni di lavoro, non si è fatto male nessuno ed è stato un buon allenamento. Sistema di gioco? Moduli contano poco, davanti eravamo in tre attaccanti stretti, perché anche loro difendevano a tre, e siamo andati bene. Ragusa, Crescenzi e i nuovi arrivati? I primi due rientrano da lunghi infortuni e devono lavorare ancora per crescere. I nuovi sono giocatori che hanno già fatto la Serie A e si vede da come stanno in campo, ad ogni modo si sono inseriti bene. Rinforzi? Non so di quanti giocatori abbiamo ancora bisogno per presentarci competitivi alla prima giornata e pronti a dare battaglia. Fino ad adesso devo dire siamo stati in grande sintonia e credo che abbiamo lavorato molto bene con la società in quest’ottica. Magari non abbiamo la disponibilità di altre società ma stiamo facendo un ottimo lavoro. Badu e Veloso: i loro problemi fisici? Miguel Veloso è stato fermo per dei problemi ma ora sta bene, Badu viene da un infortunio, ma non prendiamo certo giocatori che non possono giocare e sono certo che saranno grandi colpi per noi. La posizione di Zaccagni? Mi piace vederlo più avanzato, come oggi, perché se si realizzano bene gli spunti che ha si può fare male all’avversario, ma detto questo è il primo anno che arriva in Serie A da protagonista e dovrà confrontarsi con giocatori forti e fisicità diverse. Di Carmine e il sogno della A a 31 anni: può realizzarlo? Sì. Pazzini? Si sta allenando bene, noi contiamo su di lui. L’entusiasmo dei tifosi? Sono contento ed è un’ottima cosa, spero che loro siano davvero il dodicesimo uomo in campo. I giocatori hanno avvertito quello e sentono l’entusiasmo. Mihajlovic? Mi dispiace molto per lui, ma se penso a lui come persona credo che ce la farà».

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it