Grosso: «C’è da essere orgogliosi dei ragazzi. Lotta e personalità, così possiamo diventare ambiziosi.» / VIDEO

08/Marzo/2019 - 23:50



 

Perugia - Le principali dichiarazioni dell'alllenatore gialloblù Fabio Grosso, rilasciate al termine di Perugia-Hellas Verona, 28a giornata della Serie BKT 2018/19.

«Oggi è stata bella partita sotto tutti i punti di vista: quando hai il giusto atteggiamento, l'impatto nei duelli e la personalità di andare a prendere l'avversario a tutto campo allora viene anche il gioco. Penso che questa sia una vittoria ampiamente meritata. Risultato spartiacque? Dobbiamo rimanere con i piedi per terra, dobbiamo essere soddisfatti per ciò che abbiamo fatto oggi ma continuare a essere ambiziosi cercando sempre di più da noi stessi. Adesso dovremo ripeterci in casa, dopo la grande prestazione di oggi. Penso che i tifosi che sono venuti in trasferta siano orgogliosi di questo gruppo. La classifica? Non mi piace stare a guardarla, preferisco commentare la prestazione di oggi che è stata di livello molto alto: prima della gara ci eravamo detti di essere in un momento difficile dal punto di vista dei giocatori a disposizione ma che c'erano anche ragazzi in grado di fare una prestazione come quella che poi si è vista. Mi auguro di recuperare quanto prima gli infortunati, perché questo gruppo ha bisogno di tutti. Sofferenza negli ultimi minuti? E' vero, ma sarebbe ingeneroso soffermarsi sugli ultimi cinque minuti perché oggi c'è da essere orgogliosi di questi ragazzi: era difficile venire a Perugia e fare ciò che siamo stati in grado di fare. Bianchetti e Henderson? Liam lo conosco dallo scorso anno, ha delle qualità importanti, non ha mai mollato e si è allenato sempre in maniera propositiva e se hai queste caratteristiche poi vieni premiato. Matteo ha passato un momento duro, che l'ha fatto riflettere e che gli ha fatto capire ancor più quanto sia bello giocare a calcio».

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it