Grosso: «Venezia? Difficile, ma vogliamo tornare a vincere. Pressioni parte del gioco, stimolo per fare sempre meglio» / VIDEO

02/Marzo/2019 - 18:45



 

Peschiera - Le dichiarazioni dell'allenatore gialloblù Fabio Grosso, rilasciate in vista di Hellas Verona-Venezia, 27a giornata della Serie BKT 2018/19.

«La situazione del Verona in classifica alla vigilia del Venezia? Si sta dimostrando un campionato equilibrato in cui tutte le squadre alternano risultati positivi ad altri negativi, chi è in grado di avere più continuità riesce a recuperare più posizioni ed è quello il nostro obiettivo. Vogliamo continuare a fare quello che abbiamo fatto prima della partita di Lecce. In questo momento ci sono cinque squadre che ci precedono e che, quindi, hanno fatto meglio di noi, ma abbiamo ancora il tempo di raggiungerle e provare a superarle. Dobbiamo stringere i denti perché abbiamo tanti interpreti bravi che non sono a disposizione, ma ne abbiamo altri che possono mettere in mostra le loro qualità, dunque abbiamo tutte le capacità per dire la nostra in questo campionato equilibrato. La situazione degli indisponibili? Questa settimana c'è stato poco tempo per recuperare i giocatori infortunati, torna Empereur che ha scontato il turno di squalifica e stringe i denti Di Carmine che, anche se negli ultimi giorni non si è allenato con noi, viene comunque con la squadra e vedremo se ci sarà la possibilità di averlo a disposizione se ci dovesse essere l'esigenza di utilizzarlo. Come detto prima in ottica formazione non abbiamo grandissima scelta visto i tanti indisponibili, ma sicuramente quelli che potranno giocare saranno in grado di offrire una prova di livello, proverò a scegliere quelli che potranno fare la partita migliore sotto l'aspetto fisico e mentale. Crescenzi? Alessandro ha un problema particolare, un infortunio dovuto a un pestone forte sul malleolo che gli ha procurato un danno importante. Piano piano deve riprendere, ma finché non va via il dolore non può avere contrasti e questo nel calcio è inevitabile. Speriamo di riaverlo il prima possibile insieme a tutti gli altri, purtroppo siamo sfortunati perché abbiamo avuto tantissimi infortuni dovuti a dei traumi. I tifosi dopo l'ultima sconfitta? Come noi hanno affrontato un viaggio lungo per venire a Lecce e, come noi, avrebbero voluto un risultato diverso. Siamo i primi a non essere contenti di come è andata, dunque proveremo già dalla partita di domani a riprendere il cammino intrapreso nelle due gare precedenti. Come vivo la sfida? Sento la pressione come l'ho sempre sentita e come spero di sentirla sempre, è ciò che mi deve accompagnare per poter esprimere al meglio le nostre qualità. Questa partita non è diversa, rimane una gara difficile in cui io e i ragazzi vogliamo ottenere una vittoria».

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it