L'Hellas sbatte contro il muro Albinoleffe, è 1-1

14/Maggio/2012 - 22:32



BERGAMO - Grande cornice di pubblico nel settore ospiti dello stadio "Atleti Azzurri d'Italia": circa 3500 i tifosi scaligeri presenti a Bergamo, per spingere i gialloblù verso il sogno promozione e festeggiare il 27° anniversario della vittoria del tricolore. Recupero-lampo per Rafael, che va in panchina, prima da titolare per Frattali. Il match-winner della sfida col Livorno, Lepiller, in campo dal 1' con Gomez Taleb e Bjelanovic. Pala, tecnico dei padroni di casa, si affida all'unica punta Cocco con un folto centrocampo, sugli esterni Girasole e Cristiano.
 

Primo tempo. Prima avanzata dei lombardi all’8’, con una conclusione dai venti metri di Piccinni: Frattali si distende e respinge. Risposta degli uomini di Mandorlini al quarto d'ora con Lepiller, che si accentra e scocca il destro, Tomasig fa sua la sfera. Albinoleffe in vantaggio al 21': punizione tagliata di Cristiano, Girasole è abile a mettere di testa in fondo dal sacco dal secondo palo. Lancio lungo verso l'area di Abbate per Bjelanovic (27'), l'estremo difensore lombardo blocca in presa alta. Toaugourdeau controlla su una respinta di testa di Hallfredsson (29') e prova il sinistro, la mira è imprecisa. Al 31' Tomasig blocca una punizione a girare, centrale, di Lepiller. Sempre su calcio piazzato ci riprova il francese (38'), l'ex Reggiana respinge corto, Bjelanovic si avventa sul pallone ma il portiere recupera. Cross basso di Hallfredsson (39'), Ceccarelli sfiora in area, gli attaccanti mancano di un soffio il tap-in. Al 43' pareggio Hellas: sponda aerea di Bjelanovic per Gomez Taleb che a tu per tu con Tomasig non sbaglia. Allo scadere della prima frazione botta dal limite dell'islandese, il numero uno bergamasco risponde coi pugni.


Secondo tempo. Pronti-via, traversone dalla sinistra di Pugliese, incornata imprecisa di Gomez Taleb (46'). Sempre l'argentino schiaccia di testa su corner di Lepiller (48'), palla a lato di poco. Piccinni libera Girasole in area (51'), tocco di collo fuori di poco dai sedici metri. Ghiotta occasione per l'ex Gubbio sempre sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto dal francese (54'), la deviazione aerea sfiora il palo. Incursione di Hallfredsson smarcato da Gomez Taleb (56'), tiro di Russo respinto da Di Cesare. Cross dalla trequarti di Piccinni (54'), stacco di Torri fuori misura. Ripartenza dei padroni di casa al 69', Torri conclude in scivolata, Frattali blocca. Al 73' prodezza di Tomasig, che con un riflesso respinge il colpo di testa ravvicinato di Russo. Impatta di testa in terzo tempo di Bjelanovic (77'), il portiere lombardo controlla. Jorginho trova su punizione Pichlmann (80'), Tomasig salva sulla linea. Al 93' doppia traversa dell'Hellas: finale sfortunatissimo per la squadra scaligera.


Albinoleffe-Hellas Verona 1-1

Marcatori:
21' Girasole, 43' Gomez Taleb


Albinoleffe: 1 Tomasig; 14 Salvi, 99 Ondei, 13 Malomo, 77 Piccinni (71' 5 Lebran); 29 Girasole, 21 Laner, 22 Taugourdeau (53' 58 Hetemaj), 49 Di Cesare, 18 Cristiano (59' 32 Torri); 9 Cocco.
A disposizione: 72 Chimini, 17 Corradi, 23 Pacilli, 55 Maino.
Allenatore: Alessio Pala

Hellas Verona: 26 Frattali; 13 Abbate (85' 14 D'Alessandro), 17 Mareco, 5 Ceccarelli, 33 Pugliese; 8 Russo (73' 11 Pichlmann), 19 Jorginho, 10 Hallfredsson; 6 Lepiller (59' 27 Berrettoni), 32 Bjelanovic, 21 Gomez Taleb.
A disposizione: 1 Rafael, 4 Esposito, 9 Ferrari, 23 Cangi.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Angelo Cervellera (Sez. arbitrale di Taranto)

Note. Ammoniti: Di Cesare, Salvi, Girasole, Mareco, Cocco, Piccinni. Espulsi: 90' Abbate. Recupero: 1'-6'. Spettatori: 5.573
 
Ufficio Stampa

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram