Con l'Empoli finisce a reti bianche

27/Aprile/2012 - 22:51



VERONA - Hellas alla ricerca della 13a affermazione consecutiva tra le mura amiche. Di fronte l'Empoli, a caccia di punti per la salvezza. Mandorlini conferma dal 1' Pugliese sulla sinistra, con Cangi esterno al posto di Abbate, Lepiller e Pichlmann davanti insieme a Gomez Taleb. Aglietti conferma le previsioni della vigilia: 4-3-1-2 con Brugman a supporto di Tavano e Maccarone.

 

Primo tempo. Il primo squillo del match è di marca Hellas al 3': Jorginho è caparbio a centrocampo, Lepiller trova Pichlmann che col sinistro dal limite non inquadra lo specchio. Tre minuti più tardi Dossena deve superarsi con una deviazione aerea sul destro del brasiliano dal limite. I gialloblù salgono in cattedra col passare dei minuti; al 10' Lepiller batte una punizione che somiglia a un corner, impegnando ancora l'estremo toscano. Poco più tardi (13'), Mandorlini deve operare il primo cambio: Ceccarelli rileva Maietta, vittima di un infortunio. L'Hellas continua a premere e al 16' sfiora nuovamente il vantaggio. Lepiller, imbeccato da Hallfredsson, mette a centro area per l'accorrente Jorginho che manca la deviazione vincente. Dopo una fase di gioco a centrocampo, si vede anche l'Empoli (27'). Tavano è bravo ad eludere la marcatura di Mareco e si incunea in area, ma il suo sinistro viene ribattuto in corner. Gli scaligeri sono tenaci e propositivi; al 41' Pichlmann, lanciato dall'ex Fiorentina, viene anticipato da Dossena al limite dell'area. Jorginho raccoglie la sfera sulla trequarti e di prima prova l'eurogol: palla fuori di poco. Dopo un solo minuto di recupero il primo tempo si chiude a reti inviolate.

 

Secondo tempo. Avvio di ripresa arrembante per la formazione di casa. Una percussione di Cangi sulla destra (48') si conclude con un cross sul quale Jorginho è anticipato di un soffio da Maccarone. I gialloblù vanno ancora vicini al gol al 52'. Pichlmann difende bene la sfera e serve Gomez Taleb, il cui dribbling stretto si chiude con un assist per Lepiller che di prima intenzione manda alle stelle. Poco più tardi (59') Dossena è chiamato ad un nuovo prodigioso intervento. Pugliese va al cross sulla mancina, Pichlmann fa sponda per l'ex Gubbio, il cui colpo di testa trova la risposta del numero 1 ospite. Non cambia il copione al "Bentegodi": il Verona attacca, l'Empoli si difende. Su cross di Cangi, al termine di un'azione insistita, ancora l'argentino di testa manda a lato. Mandorlini allora mischia le carte (69'): dentro Ferrari e Galli in luogo di Pichlmann e Lepiller. Passano due minuti e i gialloblù tornano a fare paura: Hallfredsson apre per Gomez Taleb, il suo sinistro esce di poco. La pressione non si esaurisce. Anche il neo entrato Galli ci prova col sinistro su assist di Pugliese: sfera fuori misura (78'). Il "Bentegodi" esplode all'87', quando Ferrari in piena area di rigore viene steso da un difensore toscano: Gallione lascia correre, ma le proteste per il penalty sono vibranti anche tra i calciatori in campo. Nei quattro minuti di recupero accordati dall'arbitro il Verona ci prova con le forze residue. La gara si chiude sullo 0-0.

 
Hellas Verona-Empoli 0-0
 
Marcatori: -

Hellas Verona: 1 Rafael; 23 Cangi, 17 Mareco, 22 Maietta (13' 5 Ceccarelli), 33 Pugliese; 19 Jorginho, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson; 21 Gomez Taleb, 11 Pichlmann (69' 9 Ferrari), 6 Lepiller (69' 16 Galli).
A disposizione: 26 Frattali, 8 Russo, 14 D'Alessandro, 27 Berrettoni.
Allenatore: Andrea Mandorlini


Empoli: 1 Dossena; 24 Buscè, 32 Ficagna, 21 Stovini, 3 Regini; 68 Ze Eduardo, 5 Moro (46' 4 Guitto), 12 Coppola; 8 Brugman (72' 6 Valdifiori); 10 Tavano, 20 Maccarone (50' 99 Mchedlidze).
A disposizione: 27 Pelagotti, 15 Signorelli, 23 Hysaj, 30 Gorzegno.
Allenatore: Alfredo Aglietti


Arbitro: Emiliano Gallione (Sez. arbitrale di Alessandria)

Note. Ammoniti: Gomez Taleb, Brugman, Ze Eduardo, Mchedlidze, Mareco. Espulsi: -. Recupero: 1'-4'. Spettatori: 14.990

 
Ufficio Stampa

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram