Ascoli-Hellas Verona 1-2

24/Settembre/2011 - 16:48



ASCOLI PICENO - 4a affermazione nella storia gialloblù al "Cino e Lillo Del Duca": grazie a Gomez Taleb e Bjelanovic la squadra scaligera firma il sorpasso dopo il vantaggio dei padroni di casa su autorete di Mareco. 

Castori conferma la previsioni della vigilia, recuperando però all'ultimo minuto Boniperti, schierato davanti con Papa Waigo e Romeo.Mandorlini rilancia dal 1' Mancini a supporto di Ferrari e Gomez, con Tachtsidis ancora una volta in cabina di regia. 

PRIMO TEMPO. Traversone dalla destra di Parfait (6'), Romeo incorna a centro area, palla alta. Al 9' Mancini imbecca in profondità Ferrari, il centravanti scaligero viene chiuso in corner dalla difesa marchigiana. Azione sulla sinistra sempre dell'ex Albinoleffe (10'), traversone basso respinto dalla retroguardia, Tachtisidis addomestica la sfera e conclude col mancino, ma la mira è imprecisa. Al 12' Papa Waigo sguscia via sulla sinistra e crossa sul primo palo, sfortunato tocco di Mareco che finisce in rete.Al 21' Mancini lancia dalla parte opposta, Scaglia raccoglie e scocca il destro, Guarna manda in corner. Si tratta del preludio al pari scaligero: dalla bandierina Hallfredsson trova l'impatto di testa di Gomez Taleb, bravo a bruciare sul tempo gli avversari e a mettere alle spalle del portiere marchigiano. Punizione dalla trequarti di Pederzoli (22'), Papa Waigo in terzo tempo colpisce di testa, Rafael devia sopra la traversa. Al 40' cross di Hallfredsson dalla sinistra, Ferrari fa da sponda per Gomez Taleb, il tap-in dell'argentino è salvato da Guarna.

SECONDO TEMPO. Pronti-via, punizione dalla trequarti di Hallfredsson su cui trova l'intervento Ferrari, Guarna blocca (46'). Cross dal fondo dell'islandese (56'), incorna ancora la punta trentina che colpisce il palo alla sinistra di Guarna. La squadra scaligera sfrutta ripetutamente la corsia di sinistra con l'ex Reggina, autore di un cross teso, Ferrari in corsa colpisce senza inquadrare la porta (58'). Contropiede guidato da Hallfredsson (74'), D'Alessandro riceve al limite e prova la conclusione a giro sul secondo palo, il portiere avversario blocca. L'esterno romano appoggia per Abbate (79'), traversone col contagiri che Bjelanovic manca di un soffio. Azione perfetta di Gomez Taleb sulla sinistra, il cross basso dell'ex Gubbio attraversa tutta l'area, l'accorrente Bjelanovic da distanza ravvicinata segna il sorpasso (81'). Discesa di Abbate (92'), il croato si vede recuperare da Vitiello all'altezza dei sedici metri.

Ascoli-Hellas Verona 1-2

Marcatori: 12' aut. Mareco, 21' Gomez Taleb, 81' Bjelanovic

Ascoli: 30 Guarna; 23 Gazzola, 26 Peccarisi, 6 Faisca, 77 Tamburini (73' 21 Paqualini); 13 Parfait, 4 Pederzoli (59' 2 Vitiello), 8 Di Donato; 11 Papa Waigo, 9 Romeo, 22 Boniperti (66' 7 Beretta).
A disposizione: 
37 Maurantonio, 3 Ciofani, 18 Falconieri, 19 Giovannini.
Allenatore: 
Fabrizio Castori

Hellas Verona: 1 Rafael; 13 Abbate, 17 Mareco, 22 Maietta, 25 Scaglia; 8 Russo, 77 Tachtsidis, 10 Hallfredsson (78' 4 Esposito); 21 Gomez Taleb, 9 Ferrari (73' 32 Bjelanovic), 7 Mancini (59' 14 D'Alessandro).
A disposizione: 12 Nicolas, 5 Ceccarelli, 20 Doninelli, 23 Cangi.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Angelo Cervellera (Sez. arbitrale di Taranto)

Note.
 Ammoniti: Hallfredsson, Peccarisi, Parfait, Abbate. Espulsi: -. Recupero: 0’-3’. Spettatori: 3.500 circa

Ufficio Stampa

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram