HELLAS VERONA - GENOA 1-1: IL GIOIELLO DI ANTIMO IUNCO COSTRINGE AL PARI LA CAPOLISTA

27/Marzo/2005 - 15:12



VERONA – Il match clou della decima giornata di ritorno tra Hellas Verona e Genoa si conclude sull'1-1. I ragazzi di Ficcadenti chiudono dunque imbattuti il doppio confronto stagionale con la capolista, prolungando la striscia positiva casalinga a 15 risultati utili consecutivi.

La sfida è sentitissima, non solo in campo, ma anche e soprattutto sugli spalti. Sono infatti oltre tremila i tifosi del Genoa giunti al "Bentegodi".

Mister Ficcadenti, in mancanza di Behrami e Bogdani impegnati con le nazionali, oltre che dell'infortunato Adailton, punta sul tridente Cossu-Artistico-Iunco.

Mancinelli completa il trio di centrocampo insieme a Mazzola e De Simone. Alessandro Rosina, rientrato in nottata dalla gara con l'Under 21, parte inizialmente dalla panchina.

Cosmi, da parte sua, sostituisce lo squalificato Brevi con Lamouchi, relegando così in panchina l'ex di turno Italiano. Per il centrocampista è la quinta panchina in otto partite da rossoblù.

All'8’ Cassani crossa dalla destra per Iunco, che di testa anticipa il difensore, ma la palla termina alta sopra la traversa. Al 17’ Cossu fa partire un potente destro dai 20 metri, Scarpi è costretto a respingere coi pugni.

Il vantaggio del Genoa arriva al 20’, quando Zanini conquista serve in profondità Diego Milito che elude il tentativo di fuorigioco della sifesa gialloblù e batte l'incolpevole Pegolo. Per l'argentino è il 17° centro in cmapionato.

Poco prima della mezz'ora è Artistico protagonista di due episodi: al 24' calcia da fuori area, la palla è deviata in corner. Sugli sviluppi del calcio d'angolo, dubbio intervento ai suoi danni in area di rigore.

Al 30' punizione di Dossena direttamente in porta, Scarpi si salva in angolo. Cassani parte sulla destra e mette palla in mezzo per Artistico che cade in area contrastato da Sottil. Corner per l'Hellas e traversa piena di Dossena direttamente dalla bandierina.

Al 38' "cucchiaio" di Lamouchi direttamente sui piedi di Milito, che tira di prima intenzione e colpisce la base del secondo palo. Pochi minuti più tardi Scarpi blocca il destro al volo di Cossu, servito da una sponda aerea di Artistico.

La ripresa inizia nel migliore dei modi: al 51' arriva il pareggio dell'Hellas. La difesa scaligera libera l'area con Artistico su un angolo del Genoa e l'Hellas riparte: Cossu apre perfettamente con un lancio di trenta metri per Antimo Iunco (nella foto)che beffa Lamacchi entra in area palla al piede e supera anche Scarpi in uscita.

Al 58' Pegolo è bravo ad uscire e respingere con i pugni il cross dalla sinistra di Tosto. Al 63', dopo una splendida discesa di Cassani sulla destra, il Verona reclama il rigore per un intervento di braccio di Stellini sul tiro di Comazzi, ma Cassarà lascia proseguire.

Il Genoa soffre terribilmente soprattutto la rapidità di Iunco e Cossu: al 67' è bravo Scarpi a bloccare il tiro-cross di Iunco dalla destra.

Al 70' Artistico entra in area di rigore, Scarpi lo chiude ma il centravanti lo evita, decentrandosi rispetto alla porta: palla in mezzo e anticipo di Sottil in calcio d'angolo.

Al 73' viene espulso Tosto che, già ammonito, commette un inutile fallo su Rosina a metà campo.
L'ultimo quarto d'ora di gara non riserva grandi emozioni, le due squadre, evidentemente molto stanche, pensano soprattutto a non scoprirsi. Il pareggio finale è tutto sommato giusto.


Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. – GENOA C.F.C. 1-1 (0-1)

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo, Cassani, Biasi, Comazzi, Dossena, Mancinelli, Mazzola, De Simone (52' Soligo), Cossu, Artistico (76' Papa Waigo), Iunco (71' Rosina). (20 Vanstrattan, 13 Turati, 17 Gervasoni, 21 Angan) All. Ficcadenti.

GENOA C.F.C.
Scarpi, Lamacchi, Sottil (71' Thiago), Stellini, Tosto, Lazetic (59' Rossi), Tedesco, Lamouchi, Zanini, Stellone (76' Gemiti), Milito. (99 Gazzoli, 8 Carparelli, 10 Caccia, 70 Italiano) All. Cosmi.

Arbitro: Cassarà di Palermo
Ammoniti: Lamacchi, Tedesco, De Simone, Lazetic, Tosto, Cassani
Espulsi: 73' Tosto (doppia amm.)
Recupero: 1’ e 3’



Stefano Marchesi
Ufficio Stampa Hellas Verona F.C.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram