HELLAS VERONA - ASCOLI 2-2, AI GIALLOBLU' NON BASTA LA DOPPIETTA DI ANTIMO IUNCO

28/Febbraio/2005 - 22:16



VERONA – Il pareggio per 2-2 con l’Ascoli interrompe la striscia di cinque vittorie consecutive al “Bentegodi” della formazione di Massimo Ficcadenti. Con la squadra bianconera l’Hellas riesce a recuperare per due volte lo svantaggio, grazie alla grinta, al carattere e al gioco, che rappresenta la linfa vitale di questo gruppo.

L’influenza, che aveva decimato la squadra gialloblù nel corso dell’ultima settimana, finalmente concede una tregua e permette a mister Ficcadenti di schierare quasi una formazione tipo, eccezion fatta per Adailton, ancora non al meglio della condizione, Behrami, Cossu e, ovviamente, Guarente.

L’Hellas si rende pericoloso per la prima volta al 10’ con De Simone che, da circa venti metri impegna severamente Coppola: il portiere bianconero respinge in qualche modo.
De Simone ci riprova da fuori area al 14’, ma il suo rasoterra termina di poco a lato.

Al 18’ è Colacone a provare la conclusione da fuori area, ma Pegolo para a terra senza problemi. Iunco al 21’ viene fermato in fuorigioco su azione di contropiede. L’Hellas risponde nuovamente con Biasi al 23’, che di testa sfiora il gol, deviando una bella punizione di Dossena dalla trequarti.

Al 25’, al termine di una bella azione corale, Iunco si libera di due uomini in area e mette in mezzo un pallone sul quale nessuno riesce ad arrivare.

Al 28’ arriva il clamoroso vantaggio dell’Ascoli, che passano con Colacone, abile ad eludere la marcatura di Biasi sul traversone dalla destra di Fini.

La risposta immediata dell’Hellas giunge pochi minuti dopo con Rosina, che al 36’ conclude alto dal limite dell’area.

Al 45’ i gialloblù agguantano meritatamente il pareggio grazie ad Antimo Iunco: l’attaccante brindisino riesce a deviare di testa una bella punizione di Dossena, anticipando nettamente il portiere avversario Coppola.

La doccia fredda arriva poco prima della fine del primo tempo. Al 46’ infatti i bianconeri raddoppiano: Colacone protegge in area un buon pallone e serve Fini che entra in area, e batte Pegolo con un potente diagonale. Tutto da rifare per la formazione di Ficcadenti.

Ma la ripresa non potrebbe iniziare meglio per i gialloblù: l’Hellas trova il pareggio dopo appena due minuti. Dossena batte una precisa punizione dalla sinistra, Bogdani appoggia di testa per Antimo Iunco che, a tu per tu con Coppolo lo mette a sedere e firma il gol del 2-2.

Al 55’ Rosina calcia una punizione a giro, ma la palla è alta sopra la traversa. Poco dopo Bogdani riceve palla in piena area di rigore, ma è sfortunato nel controllo e l’occasione sfuma.

L’ariete albanese cerca la via del gol al 61’, con un rasoterra che finisce di poco a lato, con Coppola fuori causa. Bogdani insiste al 63’, ma il suo tiro dai venti metri è alto.

Al 70’ ancora Bogdani pericoloso: parte in contropiede solitario e impegna Coppola, costretto a rifugiarsi in corner.

Biasi al 73’ arriva con un attimo di ritardo sulla punzione calciata da Dossena e, solo davanti al portiere, manca l’appuntamento con il gol per un soffio.

Al 79’ l’arbitro Palanca mostra il cartellino rosso a Colacone: Silva corre ai ripari, inserendo Toledo per Fini. La gara diventa più fallosa nel finale e al 93’ Palanca decide di espellere anche Artistico, entrato da poco al posto di Iunco.


Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. – ASCOLI CALCIO 2-2 (1-2)

Reti: 26' Colacone, 45' Iunco, 46' Fini; 47' Iunco

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo; Cassani, Biasi, Comazzi, Dossena; Mancinelli (80’ Papa Waigo), Mazzola, De Simone; Rosina, Bogdani, Iunco (89’ Artistico). A disp. Vanstrattan, Gervasoni, Turati, Soligo, Angan. All. Ficcadenti

ASCOLI CALCIO
Coppola; De Martis, Cudini, Brevi, Modesto; Fini (88’ Toledo), Cristiano, Monticciolo, Antonelli; Bucchi (63’ Motta), Colacone. A disp. Maurantonio, Corallo, Sassarini, Speranza, Eliakwu. All. Silva

Arbitro: Palanca di Roma
Ammoniti: Antonelli, Bucchi, Cristiano, Cudini, Iunco, Fini, Monticciolo
Espulsi: 79’ Colacone, 93’ Artistico
Recupero: 2’ e 4’



Stefano Marchesi
Ufficio Stampa Hellas Verona F.C.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram