HELLAS VERONA - CESENA 2-1, ALESSANDRO ROSINA FA IMPAZZIRE DI GIOIA IL "BENTEGODI"

13/Febbraio/2005 - 18:16



VERONA - L'Hellas ottiene la quinta vittoria casalinga consecutiva battendo per 2-1 al "Bentegodi" il Cesena. I ragazzi di Ficcadenti ritrovano il terzo posto in classifica, appaiati con Empoli, Perugia e Torino.

Pronti, via, la squadra di Massimo Ficcadenti deve rinunciare subito ad Adailton: il brasiliano, vittima di una distrazione muscolare, lascia il posto ad Alessandro Rosina.

I gialloblù sono determinati a conquistare la vittoria davanti al pubblico del "Bentegodi": prima Bogdani (di testa e su punizione) e poi Iunco, schierato a sorpresa nel tridente offensivo,tentano di sbloccare il risultato con poca fortuna.
Il Cesena si fa vivo dalle parti di Pegolo con Piccoli e Cavalli, ma senza rendersi veramente pericoloso.

Al 18' rete annullata a Bogdani dopo una bella azione tra Rosina e Iunco che ha portato al tiro De Simone: il centrocampista da fuori colpisce il palo, l'albanese ribadisce in rete ma è in posizione di fuorigioco.

Al 39' arriva la perla che porta in vantaggio l'Hellas: Alessandro Rosina parte in contropiede, dribbla un difensore e col sinistro fulmina Indiveri dai 20 metri: un gol fantastico, che accende l'entusiasmo del "Bentegodi".

La ripresa è altrettanto vivace: Dossena devia in corner un destro di Bernacci, appena entrato al posto di Della Morte.

Al 58' bello scambio Rosina-Mancinelli, con quest'ultimo che in piena area va alla conclusione con il destro, cogliendo l'esterno della rete. Nemmeno un minuto dopo, contatto sospetto in area bianconera, con Bogdani che finisce a terra: l'arbitro Tombolini fa proseguire.

Papa Waigo, entrato ad inizio ripresa al posto di Iunco, manca clamorosamente al 61' il raddoppio, calciando a lato quando era stato messo davanti al portiere da un perfetto assist dell'ottimo Rosina.

Al 69' il raddoppio arriva: azione insistita sulla destra, cross di Cassani per Erjon Bogdani che, con uno stacco imperioso, mette in rete il pallone del 2-0.

All' 89' Tombolini assegna un calcio di rigore al Cesena: Cavalli, che al primo tentativo si fa ipnotizzare da Pegolo, alla ripetizione decretata da Tombolini non sbaglia e accorcia le distanze.

L'ultima nota della gara è di carattere disciplinare: Comazzi e Rinaudo vengono espulsi al 92' per reciproche scorrettezze.

Il successo conquistato sul Cesena, insieme ai ko di Genoa e Torino e al pari dell'Empoli, permette all'Hellas di guadagnare punti preziosi sulle dirette avversarie.


Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - A.C. CESENA 2-1 (1-0)

Reti: 39' Rosina; 69' Bogdani, 92' rig. Cavalli

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo, Cassani, Comazzi, Biasi, Dossena, Mancinelli, Mazzola, De Simone, Adailton (4' Rosina, 88' Cossu), Bogdani, Iunco (56' Waigo). All. Ficcadenti.

A.C. CESENA
Indiveri, Confalone, Bocchini, Ficagna, Della Morte (46' Bernacci), Pestrin (71' Masini), Cavalli, Rea (70' Ciaramitaro), Rinaudo, Biserni, Piccoli. All. Gadda.

Arbitro: Tombolini di Ancona
Ammoniti: Rinaudo, Rea, Bocchini, Ficagna, Pestrin
Espulsi: 92' Rinaudo e Comazzi
Recupero: 2' e 5'



Stefano Marchesi
Ufficio Stampa Hellas Verona F.C.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram