HELLAS VERONA - CATANZARO 4-1: DOPPIETTE DI BOGDANI E WAIGO PER IL POKER GIALLOBLU'

09/Gennaio/2005 - 23:00



VERONA - Con la quarta vittoria consecutiva, quella sul Catanzaro dell'ex Gigi Cagni per 4-1, la striscia positiva dell'Hellas Verona si allunga a sette risultati utili. Quarto posto in classifica e miglior attacco della Serie B insieme al Genoa (41 gol).

Questi i numeri più significativi di una domenica che confernma la squadra di Massimo Ficcadenti tra le prime della classe del campionato cadetto.

La gara inizia con un sussulto: al 2' un tiro-cross di Cassani rischia di sorprendere il portiere avversario Lafuenti, che si salva smanacciando il pallone sopra la traversa.

Al quarto d'ora Papa Waigo si vede annullare una rete per un'evidente posizione di fuorigioco. Poi la cronaca della partita è fatta di poche emozioni, fino al finale di tempo, che riserva un turbine di emozioni ai sostenitori gialloblù.

Al 39' l'Hellas va in vantaggio con Papa Waigo Ndiaye (nella foto), che conclude un'azione di Dossena, il cui assist era stato deviato sulla traversa dall'intervento sotto misura di Bogdani. La punta senegalese si è avventata sul pallone respinto dal legno e ha insaccato la rete dell'1-0.

Nemmeno un minuto più tardi è ancora Waigo ad avere l'occasione per raddoppiare, ma Lafuenti compie un autentico miracolo sul suo colpo di testa in area piccola.

Il 2-0 arriva però al 41' grazie a Erjon Bogdani, che di testa mette in rete un corner di Adailton dalla bandierina di destra.

La ripresa è uno spettacolo: l'Hellas, sbloccato il risultato, si getta costantemente in avanti creando un gran numero di palle gol. Al 56' è ancora Waigo, in contropiede, a tentare di superare il portiere, stavolta con un pallonetto. Lafuenti è bravo ad intercettare.

Poco dopo la mezz'ora della ripresa è Adailton a scaldare le mani all'estremo difenbsore avversario con una splendida punizione dal limite.

Al 69' arriva però il gol dell'ex, Salvatore Vicari, che sfrutta un'incomprensione tra Dossena e Pegolo, accorciando le distanze.

La reazione dei gialloblù è immediata: al 70' Erjon Bogdani devia allle spalle di Lafuenti una punizione di Adailton, portando l'Hellas sul 3-1.

Nemmeno un minuto più tardi Bogdani sfiora la tripletta personale in contropiede, ma il suo rasoterra viene neutralizzato dal portiere.

All'85' sfiora il gol anche Dossena, ma il suo rasoterra in diagonale lambisce il palo più lontano e si perde a fondo campo.

Il poker viene servito all'88' da Papa Waigo Ndiaye, che servito dall'ottimo pallonetto di Adailton a scavalcare la linea difensiva ospite, batte il portiere in uscita scaricando in porta un potente destro, fimando la sua personale doppietta.

Il triplice fischio di Pantana sancisce il netto successo della squadra di Ficcadenti. Ora Mazzola e compagni sono attesi dal posticipo di lunedì prossimo a Piacenza, che chiudera il girone di andata.


Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - U.S. CATANZARO 4-1 (2-0)

Reti: 39' Waigo, 41' Bogdani; 69' Vicari, 70' Bogdani, 88' Waigo

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo, Cassani, Comazzi (46' Gervasoni), Biasi, Dossena, Behrami, Mazzola, Italiano (76' Guarente), Adailton, Bogdani (85' Fummo), Waigo. All. Ficcadenti.

U.S. CATANZARO
Lafuenti, Ascoli, Dei, Carbone (24' Morello), Cammarata, De Simone (57' Arcadio), Pierotti, Morabito (80' Vanacore), Vicari, Nocerino, Bonomi. All. Cagni.

Arbitro: Pantana di Macerata
Ammoniti: De Simone, Pierotti, Vanacore
Espulsi: -
Recupero: 2' e 2'



Stefano Marchesi
Ufficio Stampa Hellas Verona F.C.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it

Seguici anche su instagram