COMO - HELLAS VERONA 0-2, DOPPIETTA DI ADAILTON: E' LUI L'UOMO SALVEZZA

13/Giugno/2004 - 14:28



In pochi avrebbero creduto ad una salvezza conquistata senza ricorrere alla roulette russa dello spareggio, ma il verdetto, al termine della 46a e ultima giornata di questo interminabile campionato cadetto è chiara: l'Hellas giocherà ancora in Serie B.

Lo stadio "Sinigaglia" di Como è letteralmente invaso da circa cinquemila tifosi gialloblù: un esodo dettato dalle tre vittorie consecutive della squadra di Maddè, l'ultima, quella con il Pescara, davanti agli oltre ventitremila del "Bentegodi".

Maddè conferma nove undicesimi della formazione anti Pescara: le uniche novità sono Salvetti, schierato in mezzo al campo dal primo minuto, ad affiancare capitan Mazzola e Agnelli, e Mihalcea, che prende il posto di Myrtaj nel tandem offensivo con Adailton.

Sin dalle prime battute si capisce che i gialloblù vogliono chiudere al più presto la pratica salvezza, senza dover attendere notizie da Palermo o Venezia.
Ghiotte occasioni per il vantaggio vengono mancate da Agnelli, Mihalcea e Adailton.
Al 39’ finalmente il gol che fa esplodere i tifosi scaligeri: Bressan atterra Adailton al limite dell'area: il brasiliano mette il pallone in rete con una millimetrica punizione e regala l'1-0. Sugli spalti è già festa.

Nella ripresa la musica non cambia e infatti al 61'l’Hellas riesce a raddoppiare grazie ad una giocata geniale di Salvetti che mette ancora Adailton davanti alla porta dei lariani: il brasiliano lascia scendere il pallone e calcia al volo con il sinistro. E' 2-0, la salvezza è ormai cosa fatta, ma la squadra non perde la concentrazione fino alla fine.

Racalbuto fischia la fine e per tutti è una vera liberazione: è finita, l'Hellas è salvo, finalmente la stagione più travagliata e sofferta degli ultimi anni è finita. Per fortuna nel migliore dei modi.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it