HELLAS VERONA - PALERMO 1-2: GIALLOBLU' SCONFITTI, MA AL "BENTEGODI" SI RIVEDE UNA SQUADRA TUTTA GRINTA E CUORE

24/Aprile/2004 - 20:41



La sconfitta rimediata dal Palermo a tempo quasi scaduto brucia eccome, ma la prestazione dei gialloblù di Sergio Maddè sorprende positivamente i diecimila presenti giunti al "Bentegodi" per incitare l'Hellas.

Maddè, come si annunciava alla vigilia, attua un mini turn-over e porta Italiano e Myrtaj in panchina. In difesa schiera Comazzi, Angan e Biasi, con Cassani e Dossena in appoggio sulle corsie laterali. Mazzola (capitano per l'occasione), Lomi e Salvetti formano il trio in mezzo al campo, con Mihalcea e Adailton in avanti.

Il Palermo si porta subito in attacco, ma Gasbarroni tenta la "furbata", cadendo platealmente in area di rigore, rimediando il primo giallo della gara.
Poi la capolista si fa nuovamente viva dalle parti di Pegolo con un cross di Mutarelli che Toni mette appena sopra la traversa.

All'11’ è l'Hellas a passare in vantaggio con una bella azione conclusa acrobaticamente da Adailton, che infila in rete un perfetto cross dalla destra di Cassani.
Pochi istanti dopo ancora il brasiliano spedisce di poco alto un cross di Dossena dalla sinistra.

Berti è protagonista di una respinta di pugni sullo scatenato Adailton che al 23’ cerca la via del gol con una violenta conclusione di sinistro da fuori area.
Sugli sviluppi del successivo corner, Berti compie un autentico miracolo su Biasi e gli nega il gol del raddoppio.

Al 28’ arriva, come un fulmine a ciel sereno, il pareggio del Palermo: Toni anticipa Comazzi su una punizione (dubbia) di Corini e batte Pegolo.

Il direttore di gara Rizzoli nel giro di un minuto ammonisce prima Biasi e poi Mihalcea (già diffidato) per due falli di gioco a metà campo. Non ci sarebbe nulla da ridire se il metro di valutazione applicato fosse lo stesso, anche quando a commettere analoghe scorrettezze sono Corini e i gemelli Filippini, che sembrano però godere di un'inspiegabile immunità ai cartellini.

Il primo tempo si conclude con Waigo che fa il suo ingresso al posto di Mihalcea, infortunatosi alla caviglia.

La ripresa inizia come è terminato il primo tempo, ovvero con un cartellino giallo, stavolta a carico di Mazzola.
I rosanero partono subito forte e mettono in tensione la retroguardia scaligera con Emanuele Filippini, che colpisce la traversa. Sulla successiva ribattuta, Antonio Filippini vede respingere la sua conclusione da Biasi.

Finalmente Rizzoli si accorge dei falli del Palermo e ammonisce Biava e Accardi, autori di numerose scorrettezze ai danni degli attaccanti gialloblù.

Al 74’ Dossena, ottimamante servito da Salvetti in velocità, serve con grande precisione Papa Waigo, che perde l'attimo buono per concludere e permette il recupero dei difensori di Guidolin. Maddè inserisce quindi Agnelli e Italiano per Lomi e Salvetti.

Poco più tardi Mazzola riparte in contropiede e Biava lo ferma con un fallo da ammonizione, che potrebbe dunque costargli l'espulsione: ma per Rizzoli è, inspiegabilmente, tutto normale.
L'arbitro estrae infine altri due gialli ai danni di Corini e Agnelli, per reciproche scorretezze.

All'89', in un clima molto nervoso, la beffa si compie quasi fosse stata annunciata: da punizione concessa molto generosamente da Rizzoli e calciata da Corini, Biava rimette la palla in mezzo per Toni, che da due passi appoggia in rete per il definitivo 2-1, siglando il gol numero 23 in campionato.

Sono cinque i minuti di recupero, la gara si conclude non prima di un ultimo cartellino giallo comminato a Waigo che, già diffidato, salterà per squalifica la trasferta di Torino.

I ragazzi gialloblù escono dal campo sconfitti immeritatamente, dopo aver lottato per novanta minuti, giocando bene di fronte ad un grande avversario, mostrando cuore e grinta, e proprio per questo confortati dagli applausi convinti del "Bentegodi".

Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - U.S. PALERMO 1-2 (1-1)

Reti: 11’ Adailton, 28’ Toni; 89' Toni

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo, Comazzi, Angan, Biasi, Cassani, Mazzola, Salvetti (33' st Agnelli), Dossena, Lomi (33' st Italiano), Mihalcea (46' pt Papa Waigo), Adailton. (Doardo, Myrtaj, Minelli, Campana). All. Maddè

U.S. PALERMO
Berti, Ferri, Biava, Accardi, Grosso, Filippini A. (47' st Di Donato), Mutarelli, Corini, Filippini E., Gasbarroni (23' st Jeda), Toni. (Santoni, Masiello, Pepe, Nastase, Soligo). All. Guidolin

Ammoniti: Gasbarroni, Biasi, Mihalcea, Mazzola, Accardi, Biava, Papa Waigo
Espulsi: -

Arbitro: Nicola Rizzoli di Bologna

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it