HELLAS VERONA - MESSINA 0-0, BOCCATA D'OSSIGENO PER LA SQUADRA GIALLOBLU'

11/Aprile/2004 - 17:18



La squadra contro il Messina dà un segnale di ripresa e ottiene un buon punto per la classifica contro un avversario di grande valore, al termine di una settimana che difficilmente potrà essere dimenticata, per la pesante sconfitta di Avellino e le contestazioni all'indirizzo dei calciatori gialloblù.

La partita è avida di emozioni e occasioni da gol, ma consente all'Hellas di respirare una boccata di ossigeno, anche se la situazione di classifica non può lasciarci comunque tranquilli, anche in considerazione del calendario.

La gara inizia con il Verona che prende l'iniziativa e arriva al tiro quasi subito con Italiano.
Al 29’, su cross di Giampà, Sosa colpisce di testa verso il secondo palo, ma Pegolo è agile a salvare la propria porta.

Ad inizio ripresa una punizione di Myrtaj, fa gridare al gol, ma la palla è di poco alta sulla traversa. Al 55’ Papa Waigo conclude alto da posizione favorevole.

L'occasione più clamorosa capita sui piedi di Myrtaj che, lanciato da Waigo, si fa respingere il tiro a tu per tu con Storari.
Al 67’ Pegolo esce fuori dall’area e anticipa Di Napoli con un colpo di testa: pericolo scampato.

Nel finale di gara, le emozioni si fanno ancora più rare: le due formazioni non trovano sbocchi offensivi e risparmiano preziose energie in vista dei prossimi impegni, accontentandosi del pareggio.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it