HELLAS VERONA - TRIESTINA 0-1: GLI ALABARDATI PASSANO AL "BENTEGODI" CON UN GOL DI GODEAS NEL FINALE

14/Marzo/2004 - 18:35



La prima delle due gare consecutive al "Bentegodi", quella con la Triestina di Tesser, non potrebbe avere un epilogo più amaro.
La sconfitta, giunta nei minuti finali di gara, lascia un enorme rammarico in casa gialloblù, dopo aver disputato una partita equilibrata che si sarebbe dovuta concludere con un equo pareggio.

Nel primo tempo entrambe le squadre partono con estrema prudenza e cercano di studiarsi, per tentare di colpire nei rispettivi punti deboli.

Non molte a dire il vero le occasioni create complessivemente dalle due formazioni: l'Hellas sfiora il gol con Adailton, il cui sinistro da calcio piazzato scheggia l'incrocio dei pali; Zomer neutralizza poi una pericolosa conclusione degli alabardati.

La ripresa vede un Verona più volonteroso e pimpante, più propenso a creare gioco e a prendere in mano le redini dell'incontro, grazie anche all'ingresso di Cossu e Mihalcea, al posto di Melis e Adailton.

Ma, nonostante i numerosi sforzi dei gialloblù, il risultato non si sblocca, almeno fino all'87' quando Godeas si incunea in area di rigore e con un preciso tocco supera Zomer.

C'è ancora il tempo per una clamorosa occasione per l'Hellas: il preciso colpo di testa di Minelli, fa urlare al gol lo stadio, ma il portiere Campagnolo compie un autentico miracolo e fa una parata che vale i tre punti per la sua squadra.

Ma non c'è tempo per meditare troppo su questa bruciante sconfitta, anche perchè i ragazzi di Maddè sono attesi dall'ennesima settimana di fuoco che li vedrà impegnati prima giovedì sera al "Bentegodi" con la Fiorentina, e poi domenica prossima a "Marassi" in casa del Genoa.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it