ALBINOLEFFE - HELLAS VERONA 2-0, TESTINI E POSSANZINI FANNO LA DIFFERENZA CONTRO LA SQUADRA DI MADDE'

07/Marzo/2004 - 17:22



A Bergamo, contro l'Albinoleffe, i gialloblù rimediano la seconda sconfitta esterna della gestione Maddè, dopo quella subita a gennaio sul campo del Pescara.

Del resto, dopo aver letteralmente dominato, sia in casa con il Vicenza che a Bergamo con l'Atalanta, è anche comprensibile che si possa incappare in una giornata non particolarmente brillante.

Sergio Maddè conferma la formazione che ha battuto l'Atalanta, schierando Lomi per Mazzola (non in perfette condizioni), che comunque si accomoda in panchina, insieme ai recuperati Cossu e Mihalcea.

Come si prevedeva alla vigilia, i padroni di casa si dimostrano ben più dinamici dell'Atalanta, corrono, pressano in modo asfissiante e lasciano poco spazio alle iniziative di Italiano e compagni.

La gara si mette subito in salita per l'Hellas, che subisce al 10' il gol di Testini, bravo ad approfittare di una disattenzione di Comazzi.
Al 16' Italiano mette apprensione alla difesa bergamasca con un insidioso calcio di punizione, ben parato da Gritti.

Le difficoltà per la squadra di Maddè aumentano col passare dei minuti, anche perchè l'Albinoleffe, forte del vantaggio, si chiude in difesa e cerca di sfruttare l'abilità dei suoi uomini ripartendo in contropiede.

Nella ripresa Maddè inserisce Dossena per Campana, per dare maggiore profondità alla manovra sulla fascia sinistra.
Ma l'Albinoleffe raddoppia al 57' con Possanzini, che in area gialloblù si disimpegna in bello stile e batte Zomer calciando sul palo più lungo.

Tre minuti più tardi Myrtaj ha l'occasione per accorciare le distanze con un colpo di testa, ma non è fortunato e la palla termina fuori.

Il tecnico scaligero inserisce anche Melis e Cossu per Lomi e Agnelli, ma la formazione di Gustinetti non cambia atteggiamento e continua a difendere con tutti i suoi effettivi per poi colpire in contropiede.

La gara si chiude con il risultato di 2-0, che non cambia sostanzialmente la situazione di classifica.
Diventerà molto importante per i gialloblù sfruttare il doppio impegno casaligno con Triestina e Fiorentina, in programma domenica 14 e giovedì 18 marzo al "Bentegodi".

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it