HELLAS VERONA - VENEZIA 1-0, I GIALLOBLU' TORNANO AL SUCCESSO TRASCINATI DA UNO STRAORDINARIO EMILIANO SALVETTI

07/Gennaio/2004 - 11:40



Con il nuovo anno arriva anche la prima vittoria dei gialloblù guidati da Sergio Maddè. I tre punti in casa scaligera mancavano dallo scorso 25 ottobre, quando la formazione allora allenata da Salvioni si impose al "Bentegodi" sul Genoa per 3-0.

L'Hellas sembra una squadra trasformata: corta, aggressiva, determinata, meno sbilanciata e quindi più tranquilla in fase difensiva, dove i tre del reparto arretrato, Teodorani, Comazzi e Biasi, hanno controllato con grande autorità e sicurezza gli attaccanti del Venezia.

Mazzola ha giocato davanti alla difesa, a supporto di Italiano e Salvetti, mentre sulle corsie laterali Dossena e Cassani si sono ben comportati, esaltando le loro qualità in fase offensiva. Tandem offensivo formato da Myrtaj e Mihalcea.

Nel primo tempo i gialloblù si rendono pericolosi con Italiano su punizione e con Myrtaj su assist di Salvetti.
Nella ripresa, l'Hellas cerca con maggiore insistenza la via del gol,per portare a casa un successo molto importante per poter recuperare punti pesanti sulle dirette concorrenti.

Le migliori occasioni capitano ancora sui piedi di Myrtaj, che non riesce a capitalizzarle. I gialloblù sono letteralmente trascinati dalla straordinaria prestazione di Salvetti, autori di numeri d'alta scuola, grazie ai quali la formazione di casa a potuto creare alcune pericolose situazioni offensive.

Ancora Italiano con una splendida punizione da 25 metri, sfiora il vantaggio per la squadra di Maddè.
Vantaggio che arriva ad un quarto d'ora dal termine grazie ad Andrea Cossu, subentrato a Mihalcea, che di testa firma il gol partita.

Senza dubbio il successo sul Venezia non ha risolto tutti i problemi in casa gialloblù, ma ha contribuito a risollevare il morale dell'ambiente, mostrando quali sono le reali capacità di una squadra che, se in condizione fisica e psicologica, se trascinata dai suoi uomini di maggiore qualità, merita ben altre posizioni di classifica rispetto a quelle attuali.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it