HELLAS VERONA - LIVORNO 1-1, NON BASTA UN EUROGOL DI SANDRO MAZZOLA PER PORTARE A CASA TRE PUNTI

21/Novembre/2003 - 12:03



Ancora una volta i gialloblù vengono beffati nel finale di gara, quando la meritata vittoria sembra ormai ad un passo.
E invece, anche contro il Livorno, nei minuti conclusivi di gara, è arrivato il pareggio della squadra ospite, grazie ad un calcio di punizione di Ruotolo, che ha beffato Pegolo con la complicità di un anomalo rimbalzo del pallone in area di rigore.

Salvioni ripresenta nell'undici titolare Salvetti e Campana, al posto di Cossu e Cassani (squalificato). Tra i pali torna Pegolo, dopo gli impegni con la nazionale.

La vittoria, va ribadito e sottolineato, era strameritata: cuore, grinta e impegno non sono mancati ai ragazzi di Salvioni, che giocano con maggiore convinzione, senza alcun timore di afforntare una della prime della classe.

E il primo tempo lo dimostra ampiamente, senza tema di smentita: i gialloblù, guidati da Sandro Mazzola (capitano per l'occasione vista l'assenza di Italiano), conducono la partita e annullano sia Protti che Lucarelli, lasciando negli spogliatoi le amnesie difensive. In difesa Comazzi è un gigante, sorretto dalla buona prova dei centrocampisti che danno una mano alla linea difensiva, rientrando spesso e volentieri.

Poco dopo la mezz'ora arriva anche il gol del vantaggio per l'Hellas, firmato proprio da Sandro Mazzola, alla sua prima rete assoluta in campionato con la maglia gialloblù.
La prima frazione di gioco si sonclude con l'Hellas sempre in attacco.

Nella ripresa il Livorno si fa più intraprendente, ma è ancora l'Hellas a sfiorare il raddoppio con Almiron, che al momento di concludere a rete si allunga il pallone. Poco dopo l'arbitro espelle in sequenza i due allenatori, Salvioni e Mazzarri, per proteste.
A sei minuti dal termine arriva il pareggio del Livorno con la punizione di Ruotolo, che regala un'altra delusione alla squadra di Salvioni che perde l'ennesima buona occasione per conquistare tre punti davanti al proprio pubblico.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it