SALERNITANA - HELLAS VERONA 1-1: GIALLOBLU' IN SVANTAGGIO, CI PENSA ANCORA WAIGO

02/Novembre/2003 - 17:17



Positivo pareggio in trasferta per gli uomini di Salvioni che proseguono la serie positiva dopo la vittoria casalinga con il Genoa.

Salvioni presenta il classico 4-4-2, con l’inserimento di Teodorani per Biasi in difesa, Melis e Salvetti esterni di un centrocampo composto da Italiano e Mazzola. In avanti viste le indisponibilità di Mihalcea e Adailton per infortunio e Myrtaj per squalifica, il tecnico scaligero schiera la coppia inedita formata da Pisanu e Waigo, portando con sé in panchina anche il giovane attaccante della Primavera, Foderaro.

Nelle prime fasi la partita si gioca su buoni ritmi, con entrambe le squadre che si rendono pericolose. Ma è la Salernitana a passare in vantaggio al 13’ con Bogdani, che sfrutta alla perfezione un calcio di punizione di Breda e di testa segna la rete dell’1-0.

La Salernitana legittima il vantaggio nei minuti successivi cercando con insistenza il raddoppio, ma i gialloblù arginano le folate dei campani applicando sistematicamente la trappola del fuorigioco.
L’occasione più ghiotta per l’Hellas capita sui piedi di Waigo che in area di rigore si libera bene di un difensore campano e scarica un tiro in porta che Botticella riesce a ribattere.

La ripresa, che vede l’ingresso di Almiron, inizia con un Verona più intraprendente. Al 54’ doppia occasione per gli uomini di Salvioni: prima con Pisanu, il cui tiro cross viene mandato in corner da Botticella, poi con Italiano il cui bolide viene salvato sulla linea da Perna.

Al 64’ esordio assoluto in Serie B per Giovanni Foderaro, classe 1984, che rileva Melis. Un minuto più tardi Almiron è straordinario a pescare con una verticalizzazione Waigo, che scarica un potente tiro, parato da Botticella.
Con grande insistenza l’Hellas attacca alla ricerca del pareggio e al 69’ lo trova ancora con un gol di Papa Waigo che batte Botticella con un pallonetto: per il senegalese, autore di una buona prova, è il quarto centro stagionale.

Nel finale di gara le due squadre calano fisicamente e la partita scivola verso la conclusione senza particolari sussulti. L’Hellas torna a casa da Salerno con un punto molto importante per il morale e la classifica, in attesa di ricevere al “Bentegodi” l’Avellino, domenica prossima.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it