HELLAS VERONA - BARI 4-3, AL "BENTEGODI" GOL, SPETTACOLO E GRANDI EMOZIONI

21/Settembre/2003 - 16:09



Il sabato sera del "Bentegodi" regala gol a raffica, emozioni a non finire e un successo che la squadra di Salvioni ha conquistato con grande grinta e carattere alle spese di un Bari cinico e opportunista.

Sotto gli occhi del nuovo presidente Piero Arvedi, che assiste alla partita in mezzo ai tifosi della Curva Sud, l'Hellas si lascia alle spalle i timori e le incertezze che avevano caratterizzato il debutto casalingo con il Treviso, regalando una prestazione che sembra proseguire quanto di buono era stato fatto nella trasferta di Catania.

La formazione di Salvioni prende subito in mano il pallino del gioco facendo vedere buone cose, soprattutto in fase di possesso palla. Myrtaj e Mihalcea sembrano aver trovato una grande intesa e creano numerosi pericoli alla retroguardia barese.
I gialloblù passano in vantaggio grazie al secondo gol stagionale di Emiliano Salvetti, ma nemmeno un minuto più tardi l'arbitro pugliese Giannoccaro assegna al Bari un rigore, che dal dischetto Spinesi trasforma, anche se Pegolo riesce a sfiorare il pallone.

L'Hellas non accusa il colpo e, anzi, torna in vantaggio pochi minuti più tardi grazie ad una pregevole azione costruita da Myrtaj, Adrian Mihalcea e Salvetti e finalizzata dallo stesso attaccante rumeno, festeggiato da tutti i compagni.

La ripresa inizia con un'azione fenomenale del capitano gialloblù, Vincenzo Italiano, che da metà campo tenta di sorprendere con un pallonetto Battistini, cogliendo in pieno la traversa.
Nel secondo tempo i gialloblù dovrebbero chiudere la partita e l'occasione più ghiotta è la splendida rete del 3-1, realizzata da Florian Myrtaj direttamente su calcio di punizione.

Gli ultimi minuti regalano ancora emozioni: Spinesi si libera dei difensori gialloblù e batte Pegolo in uscita per la rete del 3-2. Il Bari si getta in avanti e Spinesi firma la personale tripletta siglando il 3-3.
Ma l'incredibile deve ancora accadere: all'ultimo minuto del tempo regolamentare Dossena mette in mezzo un preciso traversone dalla sinistra, sul quale piomba Florian Myrtaj che riesce a deviare alle spalle di Battistini. E' 4-3 il "Bentegodi" è in delirio, l'Hellas vince meritatamente la sua prima gara in campionato e affronterà la gara di martedì sera con il Napoli con uno spirito sicuramente positivo.

Il tabellino

HELLAS VERONA F.C. - A.S. BARI 4-3 (2-1)

Reti: 31' Salvetti, 32' rig. Spinesi, 36' Mihalcea; 71' Myrtaj, 76' Spinesi, 82' Spinesi, 90' Myrtaj

HELLAS VERONA F.C.
Pegolo, Campana, Teodorani, (dal 40' del s.t. Minelli), Comazzi, Dossena, Cossu (dal 29' del s.t. Melis), Mazzola, Italiano, Salvetti, Mihalcea (dal 38' del s.t. Waigo), Myrtaj. All. Salvioni

A.S. BARI
Battistini, Brioscxi, De Rosa, Von Schwedler, Ingrosso, Bellavista (dal 37' del p.t. Cordova), Pizzinat, Markic, Collauto (dal 43' del s.t. Berardi), Spinesi, Valdes (dal 19' s.t. Lipatin). All. Tardelli

ARBITRO : Giannoccaro di Lecce
Spettatori: 2392 paganti per un incasso di 24584 euro, 7194 abbonati
AMMONITI: Mihalcea, Campana, Collauto
ANGOLI: 7 a 6
RECUPERO: nel p.t. 2', e nel s.t. 5'

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it