LECCE-HELLAS VERONA 1-1: "SUPER MARIO" FRICK PAREGGIA I CONTI, INTERROTTO IL DIGIUNO IN TRASFERTA

10/Febbraio/2002 - 17:08



Alberto Malesani, reduce dal rinnovo del contratto, si dichiara soddisfatto del buon punto conquistato dalla squadra a Lecce, trasferta sempre insidiosa, contro una squadra che doveva fare bottino pieno a tutti i costi per continuare a sperare nell'obiettivo salvezza.

Contrariamente alle previsioni, l'allenatore scaligero parte con Dainelli e Giuseppe Colucci dall'inizio, al posto di Cannavaro e Camoranesi (quest'ultimo non in perfette condizioni fisiche).
Il Lecce, proprio per la necessità di fare punti, parte molto forte e già al 5' passa in vantaggio con Giacomazzi di testa, complice anche un'indecisione della retroguardia gialloblù.
L'Hellas soffre gli inserimenti centrali dei centrocampisti giallorossi, anche perchè Vugrinec costringe Dainelli ad allargarsi molto sulla fascia, lasciando degli spazi a Giacomazzi, schierato da dietro le due punte nel 3-5-2 di Delio Rossi. Passata la prima mezz'ora di marca leccese, nei quindici minuti finali i gialloblù costringono il Lecce a difendersi.

Dopo un primo tempo in cui gli uomini di Malesani hanno sofferto sugli esterni e portato poca pressione sui portatori di palla, la ripresa inizia con un Verona più intraprendente, soprattutto in fase di rimessa.
All'ottavo minuto, proprio da un'azione in contropiede, su lancio di Paolo Cannavaro (subentrato a Zanchi nel corso dell'intervallo), Mario Frick mette a segno il gol dell'1-1, con un gran tiro di destro a incrociare sul secondo palo.

Mazzola subentra a Leonardo Colucci, acciaccato, e affianca Italiano in mezzo al campo. Qualche buona occasione per Frick, Seric e Mutu, e un paio di ammonizioni (Mazzola e Gonnella) per la squadra gialloblù.
La partita scivola, con qualche apprensione da entrambe le parti, verso l'epilogo. Dopo 3 minuti di recupero l'arbitro Bolognino fischia la fine delle ostilità.

Rimane la soddisfazione per l'ottimo punto che l'Hellas porta a casa, con qualche sofferenza forse, ma riteniamo in maniera meritata. Ora ci attende la gara casalinga con l'Inter di domenica prossima, occasione per riscattare il 3-0 di Milano.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it