INTER - HELLAS VERONA 3 - 0: RONALDO E VIERI FANNO LA DIFFERENZA

20/Dicembre/2001 - 09:49



L'Inter torna in testa alla classifica, e non per caso. L'Hellas torna a casa con zero punti, nella consapevolezza di essere stato comunque battuto da due grandissimi campioni. La gara è stata infatti decisa dalle prodezze di due giocatori di assoluto valore, che hanno trascinato la loro squadra ad un successo probabilmente eccessivo nel punteggio finale.

Come ha sottolineato Alberto Malesani a fine gara, il primo tempo dei suoi ragazzi è stato all'altezza delle ultime prestazioni, poichè la squadra ha dimostrato di poter reggere il confronto con i nerazzurri sul piano del gioco. L'Inter, che schierava Cristiano Zanetti (al rientro dopo la squalifica) e Conceiçao (sulla destra al posto dell'infortunato Okan), fa pressing e costringe i gialloblù a giocare piuttosto arretrati. Oddo e Seric agiscono bene giocando d'anticipo sui rispettivi avversari, mentre Mutu e Camporanesi si scambiano spesso le posizioni per confondere Javier Zanetti e Gresko. Il rumeno, a parte qualche lampo iniziale, non appare in giornata di grazia e Zanetti si può dunque concedere qualche sortita offensiva. Al 18' il vantaggio nerazzurro firmato Christian Vieri su assist di Guly.
Poco dopo la mezz'ora esce Frick per infortunio, sostituito da Gilardino. L'Hellas perde uno dei suoi uomini più pericolosi quando la partita è appena entrata nel vivo; questo sarà uno degli ulteriori rimpianti per la squadra di Malesani. La prima frazione di gioco termina con un'occasione mancata da Conceiçao, che manda a lato da buona posizione.

Nella ripresa, già in svantaggio di una rete, la formazione scaligera cala vistosamente sia nell'intensità che nell'iniziativa di gioco, cadendo nella trappola dell'Inter, che già dopo 5 minuti innesca la coppia Vieri-Ronaldo, lasciando troppi spazi alla manovra nerazzurra. Proprio il brasiliano, su cross di Conceiçao, firma di testa il 2-0.
Lo show prosegue al 10' quando dopo ripetuti tentativi Ronaldo sfugge ai difensori veronesi e si invola verso la porta di Ferron, lo dribbla e infila il 3-0. Partita chiusa, l'Inter fa accademia e l'Hellas punito eccessivamente dallo straripare dei due fenomeni di Cuper.
Oltre al forfait di Mario Frick, altra nota negativa della giornata e l'ammonizione per proteste a Marco Zanchi che, già diffidato, salterà la gara di San Siro con il Milan.

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it