Serie A

News

Hellas Verona-Pescara 1-2

Postata il 26/08/2011 alle ore 22:14

VERONA – Inizia con un ko, in un “Bentegodi” da altra categoria (quasi 15mila i presenti), la nuova avventura scaligera in cadetteria, dopo quattro sofferte stagioni di Lega Pro. Avanti nelle prime battute con Immobile, i biancazzurri raddoppiano grazie ad un’autogol di Ceccarelli, che nel finale riesce a trafiggere Anania.

Mandorlini sostituisce gli squalificati Abbate e Gomez con Cangi e Mancini, Zeman risponde con Immobile ed Insigne a supporto di Sansovini.

PRIMO TEMPO. Ospiti in vantaggio al 12’ con Immobile, che con un colpo di testa da dentro l’area di rigore supera Rafael. Il Pescara ci riprova al quarto d’ora con Togni, che ai venti metri controlla e cerca di sinistro il palo lontano. Per gli abruzzesi tentativo di Insigne (16’) dal limite, palla a lato di poco. Gialloblù vicini al gol pari al 19’: Russo viene liberato sul filo del fuorigioco, destro potente sfiorato da Anania contro la traversa. Al 27’ sovrapposizione del centrocampista siciliano, traversone incornato da Ferrari e mandato in angolo dalla difesa biancazzurra. Alla mezzora punizione dal lato destro dell’area di Esposito, Cangi impatta di testa ma la sfera viene rimpallata. Sgroppata sulla sinistra di Petterini (31’), da pochi passi Insigne non inquadra la porta mancando una ghiotta occasione. Al 39’ Mancini tocca al volo per Russo, libero in area, conclusione contrata dalla difesa.

SECONDO TEMPO. Pronti-via e l’Hellas sfrutta la corsia di destra per servire un traversone preciso per Ferrari, colpo di testa a fuori di un soffio. Gli abruzzesi raddoppiano al quarto d’ora della ripresa grazie ad un’autorete in spaccata di Ceccarelli, intervenuto per anticipare il tap-in avversario su un pericoloso traversone. Ancora su calcio da fermo bel servizio di Esposito in area, le punte scaligere non riescono nel tocco decisivo (68’). Discesa di Le Noci, abile ad imbeccare D’Alessandro (77’), traversone basso cui Romagnoli chiude di fronte a Russo. Dai venti metri botta di destro di Immobile(78’), Rafael controlla. All’81’ Soddimo verticalizza per Immobile, destro di prima intenzione respinto sul primo palo dell’estremo difensore gialloblù. Gli uomini di Mandorlini rispondono con Le Noci, smarcato in area da Galli, salvataggio in uscita di Anania. L’incoraggiamento costante proveniente dal pubblico (semplicemente da pelle d’oca) spinge l’Hellas ad accorciare le distanze all’87’ con Ceccarelli, autore di un destro preciso dai sedici metri.

Hellas Verona-Pescara 1-2

Marcatori: 12’ Immobile, 60’aut. Ceccarelli, 87’ Ceccarelli

Hellas Verona: 1 Rafael; 23 Cangi, 5 Ceccarelli, 22 Maietta, 25 Scaglia; 8 Russo, 4 Esposito, 10 Hallfredsson (79’ 16 Galli);  7 Mancini (46’ 14 D’Alessandro), 9 Ferrari, 27 Berrettoni (66’ 17 Le Noci).
A disposizione: 12 Nicolas, 33 Pugliese, 57 Natalino, 77 Tachtsidis.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Pescara: 22 Anania; 2 Zanon, 5 Capuano, 6 Romagnoli, 3 Petterini (67’ 14 Balzano); 8 Togni, 4 Cascione, 10 Verratti (46’ Kone); 9 Sansovini (72’ 7 Soddimo), 17 Immobile, 11 Insigne.
A disposizione:  1 Pinsoglio, 18 Nicco, 21 Giacomelli, 28 Perrotta
Allenatore: Zdenek Zeman

Arbitro: Riccardo Tozzi (Sez. Arbitrale di Ostia Lido)

Note. Ammoniti: Romagnoli, Ferrari, Cascione, Soddimo, Zanon. Espulsi: -. Recupero: 1’-2’. Spettatori: 14.251

Ufficio Stampa