Serie A

News

Salernitana-Hellas Verona 1-0

Postata il 19/06/2011 alle ore 20:04

SALERNO - Ritorno della finale play-off che presenta una cornice di pubblico decisamente all’altezza: allo stadio “Arechi” spalti gremiti, più di mille i tifosi dell’Hellas giunti in Campania. Breda ritrova in extremis Fabinho e lo rilancia dal 1’, con Peccarisi e Murolo al posto degli squalificati Accursi ed Altobello. Mandorlini risponde con Ceccarelli a far coppia centrale assieme a Maietta, Martina Rini a centrocampo in sostituzione di Russo e Mancini sulla linea offensiva.

Prima avanzata dei padroni di casa al 5' con Szatmari, che da posizione defilata calcia verso il primo palo ma Rafael va in presa. Ghiotta occasione per la squadra scaligera al 16' con Mancini abile ad imbeccare Berrettoni, libero sulla sinistra: la conclusione dell'ex Bassano è però debole e Iuliano controlla. Fabinho trova dalla bandierina Peccarisi, il colpo di testa del difensore granata finisce alto (18'). Alla mezzora discesa solitaria di Ragusa, abile a vincere alcuni rimpalli e superare in dribbling i difensori gialloblù, tiro che non impensierisce Rafael. Al 32' Carrus riceve all'altezza della trequarti e scocca un destro preciso, sfera di poco a lato.

Martina Rini conduce la ripartenza gialloblù (35') servendo sulla destra Mancini, cross del centrocampista romano addomesticato dalla difesa campana. Al 37' ancora l'ex Gallipoli calcia un corner, Ceccarelli arriva per primo ma col sinistro non impensierisce la retroguardia di Breda. Punizione dal limite per la Salernitana (39'), Carrus tocca per Fabinho, mancino deviato sul fondo dalla barriera. Allo scadere Ragusa viene messo giù in area da Martina Rini, Di Paolo decreta la massima punizione. Dal dischetto Carrusnon sbaglia. 

Hellas vicino al pari al 50': Martina Rini conquista una punizione ai venti metri, Hallfredsson tocca per Scaglia che di collo esterno impegna Iuliano, bravo ad alzare sopra la traversa. Nuova incursione di Ragusa (53'), che salta tre uomini e dal fondo mette al centro, Maieta spazza via. Discesa sulla destra di Cangi al 54', Mancini alza la palla e prova il colpo ad effetto, la mira è imprecisa. Prodezza di Rafael al 58': il brasiliano alza una pericolosa conclusione di Szatmari dal limite dell'area. Il numero uno dell'Hellas si ripete al 61' su Fabinho, che di punta prova a superarlo in controtempo dopo aver eluso la marcatura avversaria. Servizio di prima di Carrus (64') per Ragusa, l'esterno sbaglia l'impatto all'altezza del dischetto.

Al 78' lancio lungo dalle retrovie di Abbate, Peccarisi respinge, Mancini di nuovo col destro dalla distanza fuori di un metro. All'86' ancora Mancini salta due uomini e serve Anderson, che una volta entrato in area scocca il mancino, Iuliano respinge in angolo. 

SALERNITANA-HELLAS VERONA 1-0

Marcatori: 46' rig. Carrus

Salernitana: Iuliano; D'Alterio, Peccarisi, Murolo, Pippa; Carrus (74' Aurelio), Carcuro (84' Montella); Ragusa, Szatmari, Fabinho; Fava (73' Montalto).
A disposizione: Polito, Jefferson, Russo, Franco.
Allenatore: Roberto Breda

Hellas Verona: Rafael; Cangi (68' Abbate), Ceccarelli, Maietta, Scaglia; Martina Rini, Esposito, Hallfredsson; Mancini (91' Russo), Ferrari, Berrettoni (77' Anderson).
A disposizione: Nicolas, Garzon, Pichlmann, Le Noci.
Allenatore: Andrea Mandorlini

Arbitro: Aleandro Di Paolo (Sez. arbitrale di Avezzano)
Note.  Ammoniti: Pippa, D'Alterio, Peccarisi, Abbate, Montella. Espulsi: -. Recupero: 2'-0'. Spettatori: 25.000 circa

 

Ufficio Stampa