Serie A TIM: Hellas Verona-Milan 2-1

25/Aprile/2016 - 19:15



Verona - Il Verona vince una partita tutta cuore e sacrificio al 'Bentegodi' con il Milan. Il Verona gioca con determinazione, conquistando di minuti in minuto il pubblico di casa. Il primo tempo si chiude con il vantaggio dei rossoneri, con un gol di Menez al 21', anche se l'azione sarebbe potuta essere interrotta per un dubbio fuorigioco. Nel secondo tempo l'Hellas si trasforma e cresce. Al 26' l'arbitro decreta un calcio di rigore per un fallo di mano di Romagnoli: Pazzini dal dischetto batte Donnarumma. Sotto la spinta dell'entusiasmo del popolo gialloblù il Verona si scopre sempre più desideroso di vittoria, ma Donnarumma fa buona guardia. Al 94' viene fischiato un ultimo calcio di punizione, l'ultima possibilità per gli uomini di Delneri. Della battuta si incarica Siligardi: la parabola dell'attaccante supera la barriera, colpisce la traversa e si insacca. E' la vittoria dell'orgoglio.

 

HELLAS VERONA-MILAN 2-1
Marcatore: 21' pt Menez, 27' st Pazzini (rig.), 49' st Siligardi.

HELLAS VERONA (4-4-1-1): Gollini; Pisano, Bianchetti, Moras, Albertazzi; Wszolek (dal 16' st J. Gomez), Marrone, Ionita, Siligardi; Rebic (dal 39' pt Romulo); Pazzini (dal 32' st Checchin).
A disposizione: Coppola, Marcone, Samir, Jankovic, Gilberto, Furman, Greco, Emanuelson.
All.: Delneri.

MILAN (4-3-1-2): Donnarumma; Abate, Zapata, Romagnoli, De Sciglio (dal 35' pt Antonelli); Kucka, Montolivo, Maur (dal 32' st Luiz A.); Honda; Menez, Bacca.
A disposizione: Lopez, Abbiati, Mexes, Ely, Poli, De Santis, Vido, Boateng, Locatelli, Calabria.
All.: Brocchi.

Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Assistenti: Padovan e Schenone.

NOTE. Ammoniti: Albertazzi, Zapata, Mauri. Spettatori: 18.738 (paganti: 5.471; abbonati: 13.267).

 

I contenuti sono liberamente riproducibili, salvo l’obbligo di citare la fonte hellasverona.it